Editoriali

Quando torno a casa… lo racconto ai bambini (Cap. II)

Editoriale di Stefano Lavorini.  

ATTENZIONE: così va il mondo!

A colloquio con Bernd Jablonowski… Considerazioni a ruota libera (ma non troppo) sul ruolo, sulle strategie in ambito internazionale e sul futuro delle fiere specializzate.

Nuceria: pensiero e sentimento

Editoriale di Stefano Lavorini.

Entrare in un’azienda è come sfogliare a caso un libro recuperato da uno scaffale, aprire una finestra su un mondo di inconosciute meraviglie, di sentimenti potenti occultati, di panorami emotivi insospettati.

A ognuno il suo (mestiere)

Editoriale di Stefano Lavorini.  Ma chi me lo fa fare? È la domanda di fondo che molti, se non tutti, si pongono nel tentativo di dare un senso al proprio vivere.

Seri, col sorriso

Editoriale di Stefano Lavorini - “I guerrieri vittoriosi prima vincono, poi ingaggiano battaglia”: così scriveva 2.500 anni fa Sun Tzu (Sunzi, L'arte della guerra).

Aziende pensanti

Quando un bilancio parla di umanità e di business, di cultura e gioia di vivere, di bellezza e amore... stiamo sfogliando il Living Company Report di BoxMarche. Di pagina in pagina, lo spirito di un’azienda. L.G.

Tanto di cappello

Il mondo dell’imballaggio continua, per fortuna, a riservarmi bellissime sorprese. Perché, al di là delle considerazioni su tecnologia e mezzi di produzione, è ancora possibile raccontare storie in cui l'Uomo è artefice e non artefatto, motore e protagonista del proprio destino.

Editoriale di Stefano Lavorini

Or tu le ragioni tue puoi dire a lui...

Or tu le ragioni tue puoi dire a lui / Che mi pare uom assai giusto e saputo*.
Bilancio della Economic Packaging Conference, organizzata dall’Istituto Italiano Imballaggio in collaborazione con Conai a maggio.

Editoriale di Stefano Lavorini                 

Dopolavoro Nostalgia

Editoriale di Stefano Lavorini.
Osservo. Nessun compiacimento nel riconoscermi diverso. Nulla della pericolosa arroganza, che viene da quell’idea di sentirsi per certi versi superiori, solo perché capaci di farsi spettatori disincantati di una commedia, di cui intuiamo trama e scopo.

Sventurato è l'animo preoccupato del futuro (Seneca)

Immagino... tanti che vivono preda di oscure nevrosi, alimentate da una diffusa sensazione di angosciosa insicurezza. Come non comprenderli?

Pagine

Iscriviti a RSS - Editoriali