SIPA lancia l'evoluzione della SFL

Presso lo stand SIPA a Interpack 2017 (Hall 13, Stand B73) i riflettori saranno puntati sulla sua esperienza nello sviluppo e produzione di contenitori in PET. Per la prima volta, in anteprima mondiale, SIPA presenterà un nuovo modello della sua soffiatrice lineare, la SFL 6/8 EVO.

SFL_SIPA_interpack_web.jpgNella SFL 6/8 EVO ritroviamo tutti i vantaggi tecnologici della macchina precedente, ma il nuovo sistema sarà ancora più performante: la produttività è incrementata del 10% e raggiungerà ora le 2000 b / h / c mentre il consumo è ulteriormente ridotto sia nella fase di riscaldamento preforme che nel soffiaggio delle bottiglie.

Un'altra caratteristica innovativa è il nuovo sistema di apertura e chiusura della pressa di soffiaggio: direttamente azionata da motoriduttore brushless, la pressa  può modulare l’ampiezza dell'apertura in accordo con il contenitore da soffiare espandendo, così, la flessibilità produttiva.

Oltre alla sua capacità di fornire sistemi bistadio (SIPA produce anche diversi modelli di sistemi per la produzione di preforme XFORM), in fiera, SIPA illustrerà la sua gamma di macchine monostadio ECS ISBM. Questa gamma è stata ampliata da alcuni mesi con l'aggiunta di due modelli più piccoli quando SIPA ha acquisito le attività ISBM di Automa.

Le ECS SP, che sono state recentemente rinnovate, hanno permesso  a SIPA di potenziare la sua capacità di fornire un servizio completo alle aziende produttrici di contenitori speciali in tutte le forme e dimensioni, qualunque sia la richiesta produttiva. Le ECS SP sono il sistema ideale per la produzione di contenitori di piccolo formato come 20 ml e diversi formati medio-piccoli per i mercati della detergenza, dei prodotti farmaceutici,la cura e  l’igiene della persona, cosmetici, come pure per il settore alimentare . Queste macchine sono adatte alla produzione di bottiglie in miniatura utilizzate dalle compagnie aeree per la loro leggerezza e resistenza.

In evidenza all’Interpack ci saranno anche le competenze di SIPA nella progettazione di contenitori.

“Ad oggi abbiamo accumulato 30 anni esperienza nello sviluppo di packaging - afferma, Laurent Sigler, Packaging and R&D Director - In questi anni abbiamo progettato circa 25.000 contenitori e 30.000 preforme, abbiamo realizzato 15.000 prototipazioni  e abbiamo registrato oltre 100 brevetti”.

SIPA si allinea costantemente con le esigenze del mercato, con  nuovi sviluppi tecnologici lanciati ogni anno.
È uno dei pochi fornitori a produrre linee di imbottigliamento flessibili adatte a seguire le tendenze attuali del mercato delle bevande:  richiesta di bottiglie più leggere, differenziazione del prodotto, diversi formati, compresi contenitori di grandi dimensioni.
Le linee di imbottigliamento SIPA permettono agli  imbottigliatori di riempire più prodotti nella stessa linea come  acqua, CSD e succhi di frutta con riempimento a caldo ottimizzando il valore dell’investimento.

 

18.04.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste