Agility 4.0: le “macchine smart” di Gebo Cermex

Società del Gruppo Sidel leader mondiale per le soluzioni di ingegneria delle linee di confezionamento, Gebo Cermex presenta a Interpack 2017 le sue ultime innovazioni e i suoi sistemi ad alte prestazioni più avanzati.

Sotto i riflettori di interpack  (Hall 13, stand C47) la gamma  destinata ai settori delle bevande, degli alimenti e dei prodotti per l’igiene della casa e della persona basata sul programma Agility 4.0™, e le “macchine smart” di Gebo Cermex, con una soluzione completa per il cartonamento.

Spiega Marc Aury, Presidente e Amministratore Delegato di Gebo Cermex:
«Con il programma Agility 4.0™, la nostra azienda è un importante protagonista del movimento “la Fabbrica del Futuro” e, in occasione di Interpack 2017, siamo lieti di presentare ai visitatori il nostro concetto di “macchina smart”, con una soluzione di cartonamento robotica/cobotica che integra avanzati sistemi connessi».

Una “macchina smart” è molto più che un insieme di componenti. È una soluzione completa che anticipa il futuro e che, oltre ad essere del tutto connessa, unisce le più recenti tecnologie del movimento, robotica, cobotica, autoregolazione e autoalimentazione.

«Non si tratta più di una macchina che mette i prodotti in scatole di cartone,” continua Aury. “È un approccio integrato a 360° che si avvale delle tecnologie più avanzate per offrire tutte le funzionalità».

Nello stand di Gebo Cermex a Interpack 2017, la “cartonatrice smart” comprenderà quattro moduli innovativi.

CareSelect: il nuovo sistema di alimentazione per bottiglie sagomate che garantisce l’integrità del prodotto
Tra le soluzioni lanciate in occasione di Interpack 2017 ci sarà CareSelect™, il sistema universale e modulare per la raccolta e l’alimentazione di bottiglie sagomate brevettato da Gebo Cermex per le cartonatrici classiche o robotizzate.

CareSelect_Gebo-Cermex_web.jpg

Avvalendosi della tecnologia iTRAK® di Rockwell Automation e con cadenze produttive che raggiungono fino a 400 prodotti al minuto in funzione delle dimensioni, del peso e della forma della confezione, il sistema CareSelect supera ampiamente i sistemi classici a vite senza fine in termini di integrità e protezione. Attraverso la rotazione a 90 gradi di ogni bottiglia, il corretto orientamento e passo, il sistema alimenta la cartonatrice con la massima precisione.

I carrelli indipendenti assicurano una perfetta movimentazione anche dei prodotti sagomati meno stabili. Per eliminare il contatto tra i prodotti, il flusso è gestito senza accumulo all’ingresso e il tempo di attrito tra la bottiglia e il sistema (quando la bottiglia è a contatto con gli elementi meccanici della macchina) è nettamente ridotto (almeno venti volte meno) rispetto al sistema di alimentazione a vite senza fine.

Per rispondere alle attese dei clienti in termini di flessibilità e riduzione dei tempi di fermo macchina nella gestione di produzioni multiprodotto, CareSelect™ offre cambi formato interamente automatici eseguiti in meno di un minuto senza necessità di regolazioni meccaniche. Anche i carrelli e le guide sono adattati automaticamente senza nessun intervento manuale.

Contrariamente al precedente sistema a vite senza fine, per il quale occorreva maneggiare pezzi pesanti, per effettuare cambi su CareSelect™ non occorrono né attrezzi né pezzi specifici. Si ottiene in tal modo anche un risparmio di spazio per riporre gli apparecchi di sollevamento e altre attrezzature.

FlexiLoad, soluzione cobotica fenceless per il caricamento automatico da magazzino
Nello stand C47 (Hall 13) sarà presentata anche FlexiLoad™, la soluzione robotizzata altamente affidabile per il caricamento da magazzino che si presta a qualsiasi sistema di cartonamento e output produttivo.

Cobotoc-FlexiLoad_Gebo-Cermex_web.jpg

Questa soluzione elimina gli sprechi di tempo causati dal caricamento manuale dei cartoni e soprattutto riduce il rischio di disturbi muscolo-scheletrici associati a questo tipo di operazione manuale. In anteprima nello stand sarà presentato il modello più recente, un’unità del tutto aperta grazie all’uso del più forte robot collaborativo del mondo, il Fanuc CR35, in grado di sollevare fino a 35 kg.

Questa soluzione rappresenta un’ulteriore dimostrazione del ruolo di primo piano assunto da Gebo Cermex che, agevolando l’interazione tra operatori e macchine attraverso l’implementazione della cobotica, rende interamente automatici i compiti più fastidiosi che finora venivano eseguiti a mano. Con un sistema di presa universale e un software basato su PC, quest’ultima versione risulta più compatta ed occupa lo stesso spazio necessario all’esecuzione manuale del compito. Con questo sistema, gli operatori sono liberi di dedicarsi a compiti a più forte valore aggiunto e, grazie all’assenza di recinzioni, possono circolare liberamente nell’area di lavoro.

La tecnologia wrap-around WB46
Con il più ampio parco macchine installato nel mondo, la fardellatrice WB46 offre eccellenti performance in termini di flessibilità, igiene ed ergonomia. Il merito va principalmente alla nuova piattaforma automatizzata, alle cinghie in poliuretano termoplastico e ai sistemi a sgancio rapido per i cambi formato.
Oggi, ed esclusivamente per Interpack, Gebo Cermex presenterà una nuova stazione di caricamento robotizzata “on-the-fly” che riduce l’ingombro eliminando la necessità dell’uso di un sistema di preraccolta.

L’ultima versione della WB46 integra la nuovissima interfaccia uomo-macchina user-friendly del marchio, basata su una navigazione intuitiva su tablet e ricchi media tool per agevolare le procedure di manutenzione preventiva. Nello stand, i visitatori potranno osservare un cambio formato sulla WB46 con una dimostrazione in realtà virtuale che presenta un nuovo approccio alla formazione degli operatori.

Simulazione e connettività digitale allo stato dell’arte
Gebo Cermex presenterà anche un’altra delle sue soluzioni smart, il sistema ESM (Equipment Smart Monitoring) che, collegandosi alle macchine, legge, trasmette e organizza in un dashboard coerente i dati rilevati. Questo sistema aiuta i clienti ad ottimizzare il rendimento delle macchine installate sulle loro linee di confezionamento (OEE). Operando a livello di ciascuna macchina e raccogliendo in continuo i dati attraverso un sistema di misurazione connesso, ESM raccoglie ed elabora i dati per generare una serie di importanti indicatori. Analizzando i risultati ottenuti, gli ingegneri di Gebo Cermex sono in grado di fornire raccomandazioni personalizzate in base agli esatti requisiti di ciascun cliente al fine di mantenere e migliorare l’efficienza del parco macchine.

New-HMI_Gebo-Cermex_web.jpg

Per concludere, Marc Aury dichiara: «Con Agility 4.0™, Gebo Cermex propone un business model di integrazione unico, che ottimizza performance, costi, rendimento e flessibilità, sia per oggi che per domani. Questo programma dà vita alle "Fabbriche Smart" per creare un mondo con più possibilità di scelta e una migliore esperienza del consumatore grazie alla diversità dei prodotti e ad un packaging di massa personalizzato. Nel nostro stand a Interpack, i visitatori potranno osservare il nostro approccio completo con una soluzione integrata, intelligente ed efficiente che offre piene potenzialità a tutti i livelli».

28.04.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste