The Perfume Factory

Dal vivo, la magia del profumo e della sua produzione.

Presentato come un vero e proprio viaggio all’interno della filiera produttiva di una fragranza, The Perfume Factory ci trasporterà in tutte le fasi della realizzazione di un profumo: dall’olfattorio alla macerazione, dalla filtrazione al riempimento, fino all’astucciamento e cellofanatura.
In un’area allestita all’interno di Cosmoprime (padiglione 19) sarà infatti prodotta una fragranza, a edizione limitata: una colonia classica, gender free, esperidata, fiorita, legnosa.

Per il 50esimo di Cosmoprof Worldwide Bologna, gli organizzatori hanno fortemente voluto portare alla ribalta della manifestazione il prodotto “principe” della bellezza, il più magico ed evocativo. Seguendo quindi la strada tracciata con le precedenti edizioni della “Factory”, verrà allestita in fiera l’intera catena di produzione del profumo grazie all’apporto fondamentale di alcune aziende epositrici.

Ma procediamo con ordine, anticipando passo passo quanto sarà possibile vedere a marzo dal vivo. Perché il profumo è prima di tutto la magia delle materie prime, come quelle che Luca Maffei, giovane naso di AFM, ha miscelato per questo prodotto originale in modo magistrale grazie a tutte le maison profumiere legate ad Accademia del profumo.

È a questo punto che i liquidi prendono “forma” nel contenitore, creando il secondo momento magico: il flacone che Bormioli Luigi ha realizzato in esclusiva non è solo trasparente, ma è reso unico dalla tecnica dell’inside (brevetto proprietario della vetreria).
L’originalità della bottiglia chiama un cap in grado di valorizzare l’insieme, e per questo è stato coinvolto Candiani che, con proverbiale artigianalità e meticolosità, realizzerà un tappo capace di celebrare il matrimonio tra flacone e fragranza. La  magia “nascosta”? Un erogatore di Aptar.
Non dobbiamo però dimenticare che la fragranza, incanto dei sensi, va custodita con cura. Dunque, chi meglio di Pusterla 1880 e Industrial Box per dar forma a un astuccio capace di essere bello e protettivo?

Comunque, nulla potrebbe essere senza la tecnologia, ovvero senza le macchine di confezionamento che fanno di Cosmoprof l’unica fiera al mondo in grado di realizzare il sogno del profumo. Sarà dunque grazie all’apporto di ICR, Ima Group e Coven Egidio, con l’esperienza internazionale e la competenza che li contraddistingue, a rendere possibile e visibile tutti gli step produttivi, di cui Certiquality certificherà la carbon footprint.

ARTICOLI CORRELATI: 50 appuntamenti con la bellezza
 

19.01.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste