Gruppo Ima, continua la crescita anche nel 2016

Bologna, 15 febbraio 2017. IMA annuncia le stime preliminari di consuntivo 2016: ricavi a 1.310,8 milioni di euro, margine operativo lordo (EBITDA) ante oneri non ricorrenti a 185,1 milioni di euro, margine operativo lordo (EBITDA) a 179,2 milioni di euro. Inoltre, portafoglio ordini consolidato a 766,2 milioni di euro e indebitamento finanziario netto a 99,9 milioni di euro.

NOTA. Con riferimento ai dati del presente comunicato, si precisa che sugli stessi sono in corso le attività di revisione da parte di EY S.p.A., società di revisione di IMA. Le risultanze delle suddette attività saranno rese note coerentemente con la tempistica prevista per l’approvazione del bilancio.

Le stime preliminari di consuntivo 2016 includono il contributo dei neo acquisiti business Medtech e Telerobot, consolidati rispettivamente dai mesi di aprile e maggio 2016.

 

Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A., leader mondiale nella produzione di macchine automatiche, riunitosi oggi sotto la presidenza di Alberto Vacchi, ha preso visione delle stime preliminari dei principali dati gestionali dell’esercizio 2016.

Il Gruppo IMA ha riportato nel 2016 ricavi consolidati preliminari pari a 1.310,8 milioni di euro, evidenziando una crescita del 18,1% rispetto agli 1.109,5 milioni al 31 dicembre 2015.

In sensibile crescita il margine operativo lordo (EBITDA) ante oneri non ricorrenti salito a 185,1 milioni di euro (+17,5% rispetto ai 157,5 milioni al 31 dicembre 2015), il margine operativo lordo (EBITDA) salito a 179,2 milioni di euro (+21,1% rispetto ai 148 milioni al 31 dicembre 2015) e il portafoglio ordini consolidato che ha raggiunto i 766,2 milioni di euro (+17,9% rispetto ai 649,9 milioni al 31 dicembre 2015).

Le stime preliminari di consuntivo 2016 indicano un esercizio in continua crescita rispetto all’anno precedente, grazie al positivo andamento delle vendite di macchine automatiche verso i settori di riferimento (farmaceutico e food) e al contributo dei neo acquisiti business Medtech e Telerobot, consolidati rispettivamente dai mesi di aprile e maggio 2016.

L’indebitamento finanziario netto preliminare del Gruppo IMA al 31 dicembre 2016 è risultato in forte diminuzione a 99,9 milioni di euro (163,1 milioni al 31 dicembre 2015). Il dato include l’esborso complessivo di 24,5 milioni di euro per l’acquisizione del business Medtech e di Telerobot, delle quote di minoranza di GIMA S.p.A. e GIMA TT S.p.A. per 35,6 milioni di euro, al netto dell’aumento di capitale pari a circa 91 milioni di euro.

Nel commentare i dati, Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato di IMA, ha dichiarato: «Sulla base dei risultati preliminari, si profila un 2016 di grande soddisfazione per il Gruppo IMA. I ricavi consolidati hanno raggiunto quota 1,3 miliardi di euro ed i risultati preliminari evidenziano l’andamento positivo della redditività, la crescita costante del portafoglio ordini consolidato e la robusta generazione di cassa che ha permesso una sensibile riduzione dell’indebitamento.
Il Gruppo ha rafforzato la leadership grazie alla politica di sviluppo per linee esterne consolidate da una strategia industriale basata sull’innovazione e sul presidio costante dei mercati che ha portato all’ampliamento della gamma prodotti e all’acquisizione di nuove quote di mercato.
La diversificazione dell’attività in business correlati si è rivelata premiante anche grazie al contributo dei neo acquisiti business Medtech e Telerobot, attivi nel settore Automation, e sono attese buone prospettive di crescita, grazie alle recenti acquisizioni completate, nei settori delle macchine per il confezionamento del tè (acquisizione dell’argentina MAI S.A.), e del caffè (accordo per l’acquisto di Mapster e della minoranza di Petroncini).
Il portafoglio ordini consolidato a fine dicembre, confermato dall’andamento degli ordini acquisiti nel mese di gennaio, ci consente di avere una buona visibilità sull’anno in corso e di poter guardare con fiducia all’evolversi del 2017».

I risultati definitivi dell’esercizio 2016 saranno esaminati dal Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A. convocato per il 14 marzo 2017.

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, Sergio Marzo, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l'informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

 

Disclaimer
Questo comunicato contiene dichiarazioni previsionali in particolare nella sezione “Stime preliminari di consuntivo 2016”. Queste dichiarazioni sono basate sulle attuali aspettative e proiezioni del Gruppo relativamente ad eventi futuri e, per loro natura, sono soggette ad una componente intrinseca di incertezza. Sono dichiarazioni che si riferiscono ad eventi e dipendono da circostanze che possono, o non possono, accadere o verificarsi in futuro e, come tali, non si deve fare un indebito affidamento su di esse. I risultati effettivi potrebbero differire da quelli contenuti in dette dichiarazioni a causa di una molteplicità di fattori, incluse la volatilità e il deterioramento dei mercati, variazioni nei prezzi di materie prime, cambi nelle condizioni macroeconomiche e nella crescita economica ed altre variazioni delle condizioni di business, mutamenti della normativa e del contesto istituzionale sia in Italia che all’estero, e molti altri fattori, la maggioranza dei quali è al di fuori del controllo del Gruppo.

 

 

 

15.02.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste