Soluzioni per confezionare capsule di caffè

Per gestire grandi volumi di caffè in capsule a velocità elevate, la Senzani Brevetti di Faenza (attiva dal 1953 nella costruzione di macchinari per l’imballaggio automatico, primario e secondario, con soluzioni per il fine linea e linee complete, 43 brevetti depositati tra Europa e Stati Uniti, più di 3 miliardi di astucci prodotti) propone impianti chiavi in mano che coprono l’intero processo di confezionamento: dall’inserimento in astuccio fino all’incartonamento e alla palettizzazione. Ricordiamo al proposito le sue linee di punta.


CM/CMX. Lavora fino a 70 astucci pre-incollati e 1.200 capsule/min, ma può arrivare a 150 astucci e 2.400 capsule/min con CMX; controlli di qualità avanzati garantiscono un contenuto conforme al 100% e nessuno scarto in caso di fermata. Punto di forza della soluzione: la possibilità di inserire capsule in modo randomizzato, creando mix multi gusto. La squadratura perfetta della scatola e la stampa su 6 facce, inclusa quella di chiusura, completano i vantaggi del sistema.
 
TP. Dall’ingombro contenuto, lavora fino a 62 astucci da fustella stesa e 670 capsule/min, che inserisce nel pack in modo ordinato, sulla base della disposizione e dell’assortimento richiesti. La gestione è affidata a un solo operatore. La confezione può essere realizzata anche con capsule autoprotette. Le scatole sono ottenute a partire da fustelle distese, che vengono piegate con una squadratura perfetta e consentono la stampa su 6 lati a piacere, riducendo il costo del packaging.

07.09.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste