Ronchi, fra tradizione e nuove proposte

Un’evoluzione tecnologica saldamente connessa alla storia imprenditoriale, consolidata in oltre 50 anni di attività: l’interpack 2017 di Ronchi Mario SpA, fra macchine reali e realtà multimediale.


Azienda italiana, leader a livello internazionale nel settore delle macchine per il packaging, a interpack 2017 Ronchi Mario Spa ha rilanciato tutto il suo portato di esperienze e competenze, con una presenza in fiera contrassegnata da stile ed eleganza: degna rappresentazione di una linea di condotta costante negli anni, che si distingue per l’attenzione alle esigenze dei clienti, considerati partner a tutti gli effetti.
Affidabilità, specializzazione, flessibilità e dinamismo sono le parole chiave che, insieme alla capacità di stabilire collaborazioni solide e durature, contribuiscono ancora oggi al successo dell’azienda, che in fiera ha portato alcune novità di rilievo, capaci di suscitare vivo interesse: oltre all’Exacta R 12/6, il monoblocco di riempimento e tappatura dotato di flussimetri per il riempimento e di camma elettronica, Ronchi ha infatti proposto al mercato Uni-One, una nuovissima soluzione integrata per i settori dell’health-care, home-care e beauty-care, frutto di una collaborazione congiunta con SMI Group e P.E. Labellers. Vista la complessità e le dimensioni dell’impianto - composto da soffiatrice, etichettatrice, riempitrice e tappatore - Ronchi l’ha “portato” in fiera sul grande schermo, offrendo una rappresentazione suggestiva e realistica delle potenzialità.   

Le note post fiera. Totalmente positivi i commenti dei responsabili sull’esito della manifestazione, contrassegnata da un record di presenze internazionali sia a livello generale sia, nello specifico, allo stand di Ronchi.  
«Quest’anno abbiamo registrato un’ottima affluenza in termini quantitativi ma, soprattutto, qualitativi» conferma Maurizio Donini, responsabile commerciale di Ronchi Mario Spa. «Tutti gli operatori che abbiamo incontrato erano infatti altamente qualificati e interessati sia alla macchina esposta sia alle novità che stiamo presentando al mercato. La fiera ha quindi rappresentato un’ottima opportunità di business e di confronto con mercati già noti ma anche con realtà ancora poco esplorate. Abbiamo comunque tratto numerosi spunti di riflessione, che sapremo certamente trasformare in azioni pratiche».                                                     

 

17.07.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste