Tecnologia di visione più intelligente e compatta

Le opportunità offerte dal piano governativo Industria 4.0 e il contributo in tema di smart manufacturing per aumentare flessibilità ed efficienza sono al centro della proposta Datalogic a SPS IPC Drives.

Interoperabilità tra sistemi di visione, identificazione e tracciabilità, sistemi di controllo e sicurezza, tecnologie laser scanner, imager e camere lineari, dispositivi manuali per la raccolta automatica dei dati in mobilità: sono queste le principali aree applicative per cui Datalogic propone a SPS (Hall 3, Stand D004) soluzioni versatili, combinando insieme più tecnologie per massimizzare la produttività e il ritorno sull’investimento.

Laser Sentinel (1). Soluzione per il monitoraggio della sicurezza in ambito Factory Automation e Intralogistica, che l’azienda bolognese lancia in occasione della fiera. Si tratta di uno scanner laser di sicurezza molto flessibile, dotato di tutte le funzioni necessarie per applicazioni sia statiche (celle robotizzate, macchine per la protezione perimetrale, protezioni di apertura della macchina, trasportatori, ecc...) sia dinamiche (veicoli a guida automatica, carrelli elevatori), il tutto racchiuso in un dispositivo compatto con prestazioni di rilevazione di alto livello. Il dispositivo può gestire fino a tre aree in simultanea (“aree di attenzione” fino a 20 metri o “aree sicure” fino a 5,5 m, entrambe su un angolo di 275°). Le caratteristiche ottiche innovative, con filtraggio del segnale, rendono il Laser Sentinel affidabile anche nelle condizioni ambientali più difficili.

Il più piccolo scanner industriale (2). Ultra compatto e con tecnologia 2D imager, Matrix 120 si integra facilmente in ogni tipo di ambito produttivo, ed è ideale per una vasta gamma di applicazioni di raccolta dati nei settori OEM e Manufacturing.

DEMO BOTTLING Datalogic  propone a Parma la simulazione di un processo industriale di imbottigliamento integrato in tutte le fasi di ispezione (riempimento, chiusura, etichettatura) e identificazione (1D/2D, OCR) grazie ai sensori serie S100 per la rilevazione di materiale trasparente e verifica della presenza di liquido; sensore di luminescenza serie S8 per la rilevazione di etichette; il nuovissimo processore di visione MX-E che, grazie al collegamento Ethernet con  le nuove camere digitali E100 Series, è in grado di ispezionare la chiusura e il livello del liquido della bottiglia; la smart camera a colori P-Series che verifica il colore dell’etichetta presente sulle bottiglie; il lettore 2D Matrix 300N e Matrix 210 per tracciabilità del codice a barre e, non ultimo, le innovative barriere di sicurezza SLIM che, grazie al profilo ultra-sottile, sono in grado di adattarsi a qualsiasi macchina automatica.

10.05.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste