V-Drive: una nuova gamma di vite senza fine

WITTENSTEIN rivoluziona il concetto del classico riduttore a vite senza fine. Rendimento, robustezza e ingombri ridotti differenziano la famiglia V-Drive rispetto agli standard di mercato e la rendono adatta anche per le applicazioni più severe nel settore dell’imballaggio.

2016_09_V-Drive_gamma_web.jpg

Ottimizzata dal punto di vista tecnologico, la serie di riduttori a vite senza fine V-Drive di WITTENSTEIN alpha si presenta con una nuova veste, per offrire la massima potenza con il minimo ingombro, pur assicurando la piena compatibilità con i riduttori delle precedenti versioni.
Tre le fasce di prodotto sviluppate, pensate per rispondere alle più differenti esigenze in termini di costi e prestazioni, ricordiamo Advanced, Value e Basic.

V-Drive Advanced. Con un ampio spettro di interfacce in uscita e un gioco <2’ risponde appieno alle richieste dei clienti più esigenti. Oltre a un’elevata densità di potenza, assicura un basso gioco torsionale per l’intero ciclo di vita del riduttore e può essere utilizzato sia per applicazioni con funzionamento ciclico, che continuativo.


V-Drive Value. Con un gioco <5’ rappresenta il miglior compromesso per le applicazioni che non richiedono precisione assoluta. Con albero di uscita sporgente o albero cavo, è particolarmente apprezzato per l’alta densità di potenza con un gioco torsionale medio.


V-Drive Basic. Nuovo modello studiato per le applicazioni in cui l’aspetto economico prevale. Con gioco torsionale <8’, si differenzia per la speciale dentatura, sviluppata per ridurre al minimo la rumorosità in funzionamento continuativo.

Caratteristica comune della gamma V-Drive - oltre alla silenziosità di funzionamento - è la possibilità di utilizzo in continuo, grazie all’ottimizzazione delle guarnizioni, per rispondere alle richieste sempre crescenti di maggior produttività delle macchine.
Importante novità rispetto alla serie precedente, inoltre, è la disponibilità di rapporti di riduzione fino a i=400, con velocità di 6000 rpm.

09.06.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste