Una palettizzazione stabile: vantaggio per il food

focuson

Ogni anno la Fratelli Beretta invia 40.000 pallet di prodotti di salumeria al proprio centro di spedizione di Trezzo sull’Adda (MI). La pallettizzazione automatica PAL-Cut consente di risparmiare tempo prezioso e denaro, evitando disagi alla produzione.

Costantemente impegnato a ottimizzare i prodpri processi di produzione, il saluminificio Fratelli Beretta  spedisce ogni anno 40.000 pallet, uno ogni sei minuti. Ecco perché il processo di palettizzazione è stato, in primo luogo, oggetto di un’attenta revisione analitica, necessaria a risolvere alcuni problemi, come il collasso dei pallet durante il trasporto, che si verificava spesso, con conseguenze molto onerose.

PAL-Cut, società danese specializzata nel settore della palletizzazione, ha fornito la soluzione ideale alle esigenze della Fratelli Beretta: un dispenser in grado di tagliare e predisporre un foglio di cartoncino antiscivolo Antim 65°, che sostituisce le interfalde di cartone ondulato finora utilizzate.
I fogli Antim pesano solo 110 g/m² e - aspetto più importante - sono dotati di un rivestimento speciale antiscivolo, che protegge le confezioni da cadute accidentali, facendo in modo che i singoli strati sui pallet si mantengano compatti e stabili durante il trasporto.

Pal-Cut-1200-Beraretta-6615_web.jpg

Le soluzioni di palettizzazione Pal-Cut saranno in mostra a Interpack 2017 (Hall 11, Stand D30)

La soluzione più semplice e meno costosa
L’alternativa alle interfalde antiscivolo sarebbe stata avvolgere i pallet con pellicole di film estensibile più spesse o aumentare i giri di fasciatura pallet.
Ricordiamo, però, che In Italia lo smaltimento di plastica e film è oneroso, visto il contributo ambientale da versare al CONAI (per questo tipo di imballaggi, 188 €/t, contro i 4 €/t per carta e legno).
Come spiega  Simone Amigoni, responsabile delle spedizioni dello stabilimento di Medolago: «Utilizzare film estensibili e smaltirli in seguito ha un costo decisamente elevato. Le nostre valutazioni finanziarie ci indicano chiaramente che la soluzione PAL-Cut con i fogli antiscivolo Antim è un buon investimento in termini di riduzione dei costi: un numero inferiore di pallet collassa e il consumo di film estensibile è stato dimezzato».

Pal-Cut-1200-Beraretta-6620_web.jpg

Migliorano i profitti
Dopo aver investito in PAL-Cut, la Beretta ha riscontrato un incremento dei profitti grazie alla maggiore disponibilità di prodotto e a tempi di preparazione più rapidi.
Oltre alle interfalde antiscivolo la soluzione danese include anche un dispenser di fogli completamente automatizzato e integrato con la linea di palettizzazione.
I fogli vengono tagliati in automatico da una bobina di carta e messi a disposizione singolarmente. Il robot preleva il foglio antiscivolo e lo colloca sul pallet tra gli strati di imballaggio.

Un foglio base viene posizionato sul pallet allo scopo di isolare e proteggere, per motivi igienici, le confezioni dal contatto con il legno.
Successivamente gli strati di prodotti vengono caricati, alternando scatole e interfalde; in aggiunta al foglio base vengono utilizzate anche due o tre fogli antiscivolo Antim, a seconda che il pallet preveda 9 o 11 strati di prodotti.
Per il confezionamento finale viene impiegato uno strato minimo di film estensibile, in modo da rendere il prodotto pronto e sicuro per il trasporto.

Meno lavoro manuale, tempi operativi ridotti, redditività maggiore
Considerando che l’azienda produce un pallet ogni sei minuti, l’automazione e ottimizzazione produttiva dello stabilimento di Medolago ha portato vantaggi significativi e un notevole risparmio economico:
«Grazie alla soluzione PAL-Cut - dichiara soddisfatto il responsabile - non abbiamo più riscontrato disagi a livello di produzione e stiamo risparmiando sugli spazi di immagazzinamento delle interfalde. Inoltre riusciamo a evitare il complicato ricarico manuale dei fogli sulla linea di palettizzazione».

Alla Fratelli Beretta, nessuno rimpiange la soluzione precedente che richiedeva il ricarico manuale delle interfalde in cartone ondulato ogni 30 minuti nonché lo stazionamento di numerosi pallet appena al di fuori della zona di sicurezza, con occupazione di ampi spazi (all’interno dei magazzini Beretta erano presenti fino a 52 pallet di fogli impilati in altezza).

Oggi basta caricare con un transpallet una bobina di carta antiscivolo Antim ogni sei giorni di produzione.

ll dispenser di interfalde completamente automatizzato PAL-Cut  è stato implementato nella linea d’imballaggio dello stabilimento di Medolago nel mese di ottobre 2015. Alla Fratelli Beretta sono molto soddisfatti e ne stanno valutando l’adozione in altri stabilimenti della società. «La Direzione del Salumificio Fratelli Beretta - conferma Giacomo Sammartino, responsabile vendite di PAL-Cut in Italia - si è mostrata molto interessata a recepire le nostre esperienze, garantendo un’attuazione semplice e rapidissima della soluzione PAL-Cut proposta».

UN MARCHIO STORICO
Fratelli Beretta 1812 è un marchio italiano noto per la produzione di insaccati, prosciutti ed altri prodotti gastronomici. Nell’ultimo anno, più della metà delle famiglie italiane ha consumato un prodotto Beretta.
L’azienda di famiglia cresce del 10% l’anno, con un aumento ancora più sensibile nelle esportazioni. Il gruppo ha attualmente 22 stabilimenti sparsi in Itala e nel mondo.

Beraretta_web.jpg

Il segreto in particolare è: l’attenzione rivolta alla qualità delle materie prime, degli ingredienti e all’ottimizzazione della produzione.
“Tempi di consegna brevi e produzione efficiente sono di vitale importanza per il nostro successo. - afferma Simone Amigoni, responsabile delle spedizioni dello stabilimento di Medolago - Tutta la nostra produzione è altamente automatizzata e oggi ad esempio per produrre una confezione di wurstel ci occorrono solamente due ore e mezzo di lavoro.”

 

30.03.2017

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste