Puntare sulla CIJ, rinnovandola

Cambio di paradigma nella tecnologia a getto d'inchiostro. Con Ax-Series, Domino Printing Sciences detta nuovi standard nella codifica e nella marcatura delle merci.

  Distributore esclusivo in Italia dei prodotti Domino Printing Sciences, NIMAX, con i suoi 15 consulenti della codifica e marcatura e i 28 tecnici commerciali, propone al mercato nazionale Ax-Series, la nuova gamma di stampanti a getto d'inchiostro continuo.

Obiettivo dichiarato di Domino è soddisfare le esigenze di oggi - e prepararsi a quelle di domani - in materia di codici, tracciabilità a protezione dei marchi, lotta alla contraffazione, ottenendo una stampa dei dati variabili, superiore per qualità e durata.

Per alcune caratteristiche intrinseche (prima fra tutte la capacità di eiettare gocce d'inchiostro a una velocità notevole, a distanza, su un supporto in movimento e su quasi tutte le superfici) la CIJ continua a essere fondamentale per stampare i codici identificativi di un prodotto, senza compromettere le velocità di produzione.

Oggi più che mai, inoltre, i costruttori di sistemi per la codifica e la marcatura industriale, sono chiamati a un compito decisamente impegnativo sul fronte della tracciabilità, contribuendo in prima battuta a garantire la sicurezza dei consumatori con la stampa di informazioni chiare, univoche e leggibili nel tempo.

Proprio da questi presupposti ha preso avvio il processo di ripensamento della  tecnologia CIJ da parte di Domino Printing Sciences che, a inizio novembre, ha annunciato i risultati della lunga fase di ricerca & sviluppo, sfociata nella quasi integrale riprogettazione delle proprie stampanti a getto d'inchiostro continuo.

Maxwell-Centre-internal.jpg

A sottolineare una sinergia, ormai consolidata, con il mondo accademico e della ricerca scientifica, la nuova Ax Series è stata presentata in anteprima nel corso di un evento internazionale organizzato da Domino, il 17 ottobre scorso, all’interno del prestigioso Maxwell Center dell’Università di Cambridge, polo di eccellenza per gli studi di Fisica e ricerca tecnologica applicata con cui l’azienda ha collaborato per lo sviluppo del progetto.
Ribadendo con convinzione il focus sulla tecnologia CIJ, i vertici della società inglese hanno descritto le caratteristiche che rendono la nuova Ax -Series unica e innovativa.

Un sistema diverso, quasi in tutto
«Per definire e ottimizzare le prestazioni della Ax-Series - ha spiegato Rachel Hurst (Group Operations Director in Domino da dieci anni, responsabile della ricerca e sviluppo, del marketing di prodotto e dei sistemi informativi di gestione) - abbiamo avviato un confronto diretto con i nostri clienti, attivi in tutti i settori industriali, oltre a far leva sulle nostre tradizionali competenze in fatto di stampa a getto d'inchiostro. Il risultato è un sistema che risponde oggi alle esigenze di mercato più spinte, in termini di qualità, produttività e costi di gestione».

In pratica, Ax-Series può essere definita una svolta epocale per Domino: a partire dall' approccio olistico alla progettazione dell'intero prodotto (per massimizzare la produttività, la facilità d'uso e l'affidabilità anche in ambienti difficili), le innovazioni coinvolgono la testina e gli inchiostri nonché la piattaforma software e quella della componentistica elettronica.

«Ripensando gli elementi fondamentali di questa tecnologia - ha dichiarato David Croft (Global Product Marketing Manager) - abbiamo voluto garantire ai clienti benefici tangibili, modificando la percezione della stampa a getto d’inchiostro, per troppo tempo rimasta uguale a se stessa e che, invece, continua ad avere ottime potenzialità». 

I-Pulse: integrazione perfetta di testa e inchiostri
Domino ha sviluppato una nuova testina che, grazie a un generatore di gocce a frequenze combinate, controlla la formazione di ogni singola goccia d'inchiostro.
Con I-Pulse, migliorano notevolmente la precisione, il posizionamento, il consumo di inchiostro e la qualità di stampa dal punto di vista della leggibilità, dell’uniformità e della risoluzione.

È inoltre possibile generare righe multiple di dati alla velocità massima di stampa, senza rinunciare all'efficienza totale dell'impianto. I codici di qualità più elevata sono ottimizzati per i sistemi MRC (leggibili dalle macchine) e OCR (riconoscimento ottico dei caratteri).

La robusta struttura della testina a ugelli sigillati ne consente l'impiego in condizioni di produzione estreme, eliminando le interruzioni accidentali e riducendo al minimo sia i tempi di fermo macchina che le esigenze di pulizia, anche in presenza di inchiostri pigmentati.

La sua conformazione garantisce minori accumuli di inchiostro, riducendo perciò l'uso di solventi di lavaggio, a tutto vantaggio della sostenibilità ambientale oltre che del risparmio economico.

Per la testina di stampa i-Pulse è stata sviluppata ad hoc una nuova linea di inchiostri affidabili e ad alte prestazioni, destinati a un ampio ventaglio di applicazioni CIJ. Per quelle più complesse, come i processi di retort (in cui gli inchiostri applicati sugli imballaggi flessibili devono garantire resistenza a temperature estreme anche se sottoposti a trattamento termico per finalità igieniche), la stampa su confezioni per alimenti surgelati o su bottiglie di vetro riutilizzabili, sono stati realizzati inchiostri dedicati; tra gli altri, ricordiamo quelli a rapida essiccazione, privi di chetoni e destinati al packaging flessibile alimentare.
Gli inchiostri i-Pulse sono progettati e realizzati nel rispetto delle norme  internazionali GMP oltre che degli standard FCM per applicazioni di materiali a contatto con gli alimenti.

I-Techx: nuova piattaforma software e per la componentistica elettronica
Flessibile, easy to use e ad alte prestazioni, la nuova piattaforma integrata su tutte le nuove macchine Domino è studiata per ottimizzare la redditività del capitale investito dai clienti, aprendo la strada a nuovi livelli di ergonomia e praticità d'uso.

Perfettamente in linea con gli standard dell'Industria 4.0, la piattaforma I-Techx consente di integrare Ax-Series su linee di produzione preesistenti ed è compatibile con una serie di protocolli standard di comunicazione per l'automazione industriale, come il PACK-ML e l'OPC-UA.
Grazie a componenti elettronici ad alta velocità, permette sia la serializzazione che l’applicazioni di codifica univoca degli articoli sulle linee di produzione più veloci.

Avvalendosi delle più moderne competenze in materia di User Experience (UX), molti degli sforzi progettuali si sono concentrati nella messa a punto di una nuova interfaccia utente accessibile e intuitiva, che raggiunge un grado di usabilità paragonabile a quello dei più diffusi mobile devices, tablet e smartphone.
L’interfaccia touchscreen comprende varie opzioni facilmente selezionabili dall’operatore, per personalizzare il formato del display e semplificarne l'utilizzo in base alle specifiche esigenze (tra cui la lingua).

Una nuova funzione disponibile è la connessione al cloud di Domino, lanciato insieme ad Ax-Series, che fornisce al cliente un potente strumento di diagnostica, monitoraggio remoto e reportistica. Grazie a una serie di sensori integrati, il monitoraggio del sistema viene automatizzato, consentendo una diagnostica proattiva e predittiva oltre all'assistenza remota attraverso l'Internet degli oggetti (IoT) e la connessione al cloud.

DOMINO DESIGN
Integrazione, connessione, ergonomia, usabilità, resistenza. Sono questi i concetti chiave che orientano oggi l’approccio alla progettazione Domino che segna un cambiamento di passo nella creazioni di sistemi CIJ, garantendo stampanti ad alte prestazioni, facili da usare, solide e affidabili anche alle condizioni più estreme, nonché, il più possibile “service-free”.

Uno dei principali task progettuali della gamma Ax è la drastica riduzione degli interventi di manutenzione, che possono essere eseguiti direttamente dall’operatore, in modo semplice, veloce e senza attrezzi.
Per quanto riguarda i consumables, il “Service Free ITM” può essere sostituito senza la necessità di strumenti o competenze specifiche, consentendo un significativo abbattimento di costi e tempi di gestione. Per facilitare la manutenzione, i materiali di consumo sono codificati per colore e, dunque, riconoscibili in modo immediato e intuitivo.
Altro obiettivo primario del Domino Design è assicurare continuità alla produzione e una disponibilità di linea ottimale.
Allo scopo di prevenire le interruzioni, il monitoraggio automatico costante, grazie a un modulo specifico di gestione qualità (QMM), controlla le condizioni dell'inchiostro assicurandone la piena compatibilità con le testine i-Pulse, e informando prontamente l'operatore qualora sia necessario cambiare il modulo filtro (ITM), un'impostazione o un Service Free i-Tech.
In questo modo, non solo diminuisce il numero di interventi con un netto miglioramento dei livelli di OEE, ma anche il consumo di inchiostro risulta ottimizzato.
La tecnologia Clean-Fill adottata rende possibile prevenire il rischio di perdite e risparmiare materia prima. Inoltre, il sistema in tre fasi per il recupero dei solventi con controllo attivo delle canalette riduce il consumo di solventi.
Il packaging design stesso dei consumables è stato ripensato in un'ottica di sostenibilità: il minor impiego di plastica e ingombri più razionali garantiscono infatti sicuri vantaggi logistici ed economici.
Dal punto di vista costruttivo, la nuova serie è ideale per gli ambienti di confezionamento industriale più difficili.
Ax350i e Ax550i sono infatti dotate di un contenitore per i componenti elettronici a tenuta stagna IP66 e di un sistema di raffreddamento ad aria innovativo, che li rende idonei alle operazioni di lavaggio più aggressive, garantendo massima resistenza a vapore e contaminanti.
Ax550i può essere addirittura fornita in un cabinet in acciaio marino inossidabile, ideale per ambienti industriali proibitivi.
Ogni cabinet è progettato per ridurre l'accumulo di calore ed estendere così la durata dei componenti.

                                                                                            Torna all'inizio dell'articolo...

 

12.12.2016

Sfoglia gli ultimi numeri delle riviste